LA CASA DI FAMIGLIA

La vendita della casa, la paura di perderne la memoria, il trasloco e l'abbandono graduale del luogo dove ho vissuto per quarant'anni con la mia famiglia, mi provocano l'urgenza di darne testimonianza. Attraverso i dittici creati spingendo la mia presenza nella stessa immagine appena scattata attraverso l'autoscatto riesco ad esprimere il senso di abbandono e spaesamento che  sto vivendo.